TestataQuesto sito consente, agli utenti che si sono affidati a Cedat Europa per la gestiione delle emergenze e del monitoraggio ambientale, di poter accedere ai propri dati strumentali, previa immissione di password e user, ed avere aggiornamenti e in tempo reale. Spostamento di masse rocciose, frane, controllo termopluviometrico, monitoraggio degli incendi e tanti altri parametri di facile consultazione. Inoltre gli utenti registrati potranno inviare i loro articoli o segnalare qualsiasi emergenza, che saranno visionabili nella sezione notizie.

Sistema SIMONA - Playlist

Convegno Roma minSi è tenuto a Roma, presso l’Aula Convegni del CNR, il Convegno Nazionale: “Dissesto idrogeologico. Il pericolo geoidrologico e la gestione del territorio in Italia”, organizzato dalla SIGEA (Società Italiana di Geologia Ambientale), dal CNR-IRPI (Consiglio Nazionale delle Ricerche- Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica), e dall’Associazione Idrotecnica Italiana.

I temi trattati hanno riguardato non solo problemi che investono il territorio nazionale, ma anche quello della Basilicata e specificatamente le cause del dissesto idrogeologico in Italia, la mitigazione del rischio idrogeologico e la prevenzione attraverso una corretta pianificazione territoriale.

Dalle problematiche discusse è emerso che, a fronte di piogge intense e /o prolungate, il territorio del nostro paese continua a manifestare fenomeni di dissesto quali frane, inondazioni, sprofondamenti ed allagamenti che coinvolgono centri abitati ed infrastrutture.

Dr. Silvestro Lazzari: Tecniche avanzate di monitoraggio e di attrazione culturale per il sistema calanchivo di Aliano (Basilicata)

Con questo lavoro si illustra un approccio multidisciplinare in cui tecnologia, innovazione, territorio ed economia si integrano e si fondono con l’obiettivo di contribuire alla protezione ed allo sviluppo di una comunità di un piccolo insediamento appenninico, caratterizzato da importanti risorse paesistiche e naturalistiche, fruibili nel settore del turismo culturale.

Geologia & Turismo... a 10 anni dalla fondazione                

 

Geologia & Turismo... a 10 anni dalla fondazione

L’ISPRA dedica un Volume degli Atti al congresso celebrativo del decennale dell’Associazione Italiana di Geologia e Turismo, riconfermando l’interesse dell’Istituto per le tematiche da questa trattate: la conoscenza del territorio, delle sue risorse e dei suoi fattori di rischio, la responsabilità della conservazione dei beni ambientali e culturali.

Il Volume racconta, attraverso contributi riguardanti tutte le Regioni italiane (ma anche Argentina, Grecia e Marocco), gli sforzi compiuti nel passato e tutt’ora in essere da parte dell’Associazione, nel perseguire l’integrazione della componente geologica - vista come risorsa culturale e come valore aggiunto - nelle proposte turistiche più tradizionali. Esso raggiunge inoltre l’obiettivo, ambizioso e meritevole, di far convergere, incanalare e divulgare le numerose esperienze già  diffuse in Italia, spesso legate a capacità ed entusiasmi individuali, che  attendevano di maturare attraverso l’incontro e lo scambio di esperienze in nuove manifestazioni, mostre, congressi ed itinerari dedicati al geoturismo.

 

Le imprese innovative lucane presentano i loro prodotti di alta tecnologia in manifestazioni scientifiche nazionali.

Si è tenuto nei giorni 28-30 aprile 2015 presso l’Università di Salerno un importante convegno organizzato dal massimo organo cartografico nazionale (AIC), cui hanno partecipato numerose università italiane avente per tema “La cartografia per la conservazione, gestione e valorizzazione dei beni culturali”.
convegno salerno minA questo convegno è stata ammessa a partecipare Cedat Europa – Centro Dati e Servizi per l’Ambiente e il Territorio di Potenza, facente parte del Consorzio CREATEC di imprese innovative lucane. Cedat Europa ha presentato un lavoro concernente i “Nuovi orizzonti per la cartografia integrata: uno strumento di analisi del territorio e di tutela degli insediamenti urbani a rischio mediante tecnologie avanzate”, illustrato da Silvestro Lazzari.

SIMONAStrumenti ed attività innovative della ricerca e delle pmi nel campo dell’osservazione della Terra, dei rischi naturali e dei beni culturali

In occasione del recente evento promosso dalla Regione Basilicata, il Go On Basilicata – Tecnologie digitali, si è tenuto il 24 novembre 2014 presso il CNR di Tito Scalo un Workshop dedicato al tema dell’applicazione delle tecnologie digitali nel campo delle Osservazioni della terra dallo spazio, dei rischi naturali e della tutela dei beni culturali.

Le relazioni sono state tenute da esperti dell’Università della Basilicata, del CNR e da alcune PMI specializzate in questi settori.

Una delle relazioni è stata curata da Cedat Europa un’impresa di Potenza, che si occupa tra l’altro di monitoraggi ambientali. L’intervento, illustrato dal responsabile dell’azienda Silvestro Lazzari, ha riguardato l’illustrazione di “SIMONA PC - Sistema digitale innovativo per la gestione della Protezione Civile e delle condizioni di emergenza”.